Le Caveautattoo Architattoo Studio

Architattoo Studio

 

Le Caveau è  il primo “Architattoo Studio”.

 

Il locale prende il nome da un caveau segreto presente nel locale, un tempo gioielleria e si pronuncia alla francese.

Si trova in un quartiere centrale della città di Milano  all’interno di un’edificio storico dei primi del novecento.

L’ ambientazione rispecchia il carattere della zona, nell’arredamento antico e nel pavimento originale in cementine.

L’atmosfera dello studio è accogliente e professionale, quasi un salotto d’altri tempi in cui sono custodite collezioni d’arte con dipinti e disegni originali.

L’intento è rendere possibile una ri-costruzione unitaria dei valori estetici e compositivi applicando gli stessi principi all’ambiente e al corpo.

Per “integrare” tra loro arte e mestieri, creazione artistica e produzione industriale seguiamo la lezione dell’architettura totale di Gropius:

“Tutti noi architetti, scultori, pittori dobbiamo rivolgerci al mestiere.

L’arte non è una professione, non v’è differenza essenziale tra l’artista e l’artigiano.

In rari momenti l’ispirazione e la grazia dal cielo, che sfuggono al controllo della volontà, possono far sì che il lavoro possa sbocciare nell’arte, ma la perfezione nel mestiere è essenziale per ogni artista.

Essa è una fonte di immaginazione creativa”

 Vi è quindi continuità tra architettura dell’ambiente

e arte del tatuaggio come nella teoria della gesamtkunstwerk (= l’opera d’arte totale).

In un ambiente progettato secondo i pricipi di una “architettura (che) abbraccia la considerazione di tutto l’ambiente fisico che circonda la vita umana ” (William Morris ) diventa possibile realizzare progetti e sogni sulla pelle.